Sangue 2016, i dati di Avis provinciale

pubblicato in: Ghost | 0

Arcore, giovedì 9 marzo 2017 – L’Assembla itinerante di Avis provinciale Monza e Brianza arriva per la sua 9a edizione, l’ultima della presidenza di Roberto Saini, ad Arcore, dove l’Avis cittadina è particolarmente attiva nel tessuto sociale e festeggia quest’anno il 50° anniversario di fondazione. Gli stati generali dei Donatori di sangue brianzoli si svolgeranno sabato 18 marzo nelle Scuderie di Villa Borromeo d’Adda. L’Assemblea sarà elettiva: un centinaio di Delegati in rappresentanza delle 39 Avis comunali della provincia, sceglieranno i componenti del nuovo Consiglio Provinciale che, successivamente, eleggerà al proprio interno il Presidente e le altre cariche.

L’anno 2016 èstato positivo sotto tutti gli aspetti, sia dal punto di vista della raccolta che del numero di donatori (24.410 soci / 45.583 sacche). Il modo migliore per il Presidente Saini di congedarsi dopo 8 anni alla guida della Provinciale di Monza e Brianza. Giovedì 9 marzo si è tenuta la presentazione alla stampa dei dati relativi all’attività della raccolta del sangue in provincia relativa all’anno 2016.

 

Dichiarazioni dei relatori.

Annalisa Gazza – presidente Avis Arcore: «Per noi di Arcore questo è un anno molto importante perché è il nostro 50° anniversario. Sono già molte le attività che abbiamo fatto per questa occasione. Un concerto a dicembre, l’Assembla annuale che ha eletto il consiglio più giovane di sempre, abbiamo fatto 2 incontri aperti alla cittadinanza sul massaggio pediatrico. Ospiteremo a marzo l’Assemblea provinciale e il 2 aprile la nostra festa con la consegna delle benemerenze. Abbiamo anche adottato l’aiuola davanti a Villa Borromeo, per farci vedere ancor di più»

Rosalba Colombo – sindaco di Arcore: «Abbraccio idealmente l’Avis, è un onore per noi ospitare l’Assemblea provinciale. Ad Arcore l’Avis è molto attiva con costanza e qualità: gli arcoresi tutti conoscono e vogliono bene all’Avis. E’ bellissimo lo slogan che avete scelto: E’ la quotidianità  che sconfigge l’emergenza. Questo dovrebbe essere il mantra per tutte le attività di volontariato»

Roberto Saini – presidente di Avis Monza e Brianza: «Ringrazio gli amici di Arcore per ospitarci in questa storica villa, un posto bellissimo che conclude degnamente un mandato ricco di soddisfazioni. Sono contento di finire qui il mio secondo e ultimo mandato da presidente perché ho lunga e personale amicizia con l’Avis di Arcore. Con lo storico presidente Longoni, con Antonio Nava e con Diego Cereda, che ho conosciuto quando era ancora un “giovane promettente” all’Avis provinciale di Milano. Ho avuto molto aiuto da lui per la costituzione dell’Avis provinciale di Monza e Brianza»

Analisi dei dati della raccolta di sangue in Brianza nel 2016.

N.B. i dati tra parentesi sono relativi alla differenza rispetto al dato  2015

DONATORI

SOCI DONATORI ATTIVI               N.           23.942                  (+ 215)                                                                               

SOCI NON DONATORI                   N.               468                   (- 108)                                                 

TOTALE FORZA ASSOCIATIVA    N.           24.410                  (+ 107)                                                               

soci donatori uomini           N.   15.724     soci donatori donne           N.   8.218

soci non donatori uomini   N.        322      soci non donatori donne   N.      146

Soci nuovi iscritti                  N.     2.370       soci depennati                      N.    2.263

Soci donatori  che non hanno donato nel 2016     N.  2.054   (2. 427)

per

  • motivi sanitari                                 n.            901         (   828)
  • motivi non sanitari                        n.         1.153        (1. 599)

 

Donatori suddivisi per nazionalità (nascita)

Italia                     soci donatori     23.213                  non donatori     468

Europa                 soci donatori           359                  non donatori        =  

Altri Paesi          soci donatori           370                  non donatori       =

Suddivisione donatori attivi per fasce d’età

 

18 – 25 anni        n.            2.491     10,40%

26 – 35 anni        n.            4.361     18,21%

36 – 45 anni       n.            6.566     27,42%

46 –  55 anni       n.            7.041     29,41%

Oltre 56 anni     n.            3.483     14,55%

 

DONAZIONI

Nel 2016 le donazioni sono state  

45.583            (45.023)

con un aumento di n.  560 donazioni

 

nel 2016               aumento             di       560  donazioni

nel 2015               diminuzione      di       238  donazioni

nel 2014               diminuzione      di    1.003  donazioni

nel 2013               diminuzione      di    1.573  donazioni

 

RACCOLTA PRESSO AZIENDE OSPEDALIERE

Nelle Aziende Ospedaliere (Monza, Vimercate, Carate Brianza e Desio) sono state effettuate n. 32.902 donazioni con un aumento di n. 301 unità.

 

nel 2016               aumento         di    301     donazioni

nel 2015               diminuzione   di    189    donazioni

nel 2014               diminuzione   di    292    donazioni

nel 2013               diminuzione   di 1.430    donazioni

 

  • ASST SAN GERARDO DI MONZA   donazioni          17.760                  – 214

Tenuta nella raccolta sangue intero (+70) mentre netto calo nella plasmaferesi (- 197)

 

  • ASST VIMERCATE

 

  • Simt Vimercate donazioni         7.227                   (+ 239)
  • Unità di Raccolta Ospedali di:

Desio                    n. donazioni         4.334                   (+ 124)

Carate Brianza  n. donazioni         2.528                   (+ 239)

 

RACCOLTA ASSOCIATIVA

effettuate n.   12.681      (12.422)  donazioni con un  aumento  di   n. 259     donazioni

 

nel 2016               aumento         di                    259     donazioni

nel 2015               diminuzione    di                    49     donazioni

nel 2014               diminuzione    di                  711     donazioni

nel 2013               diminuzione    di                  143     donazioni

 

  • CENTRO AVIS «VITTORIO FORMENTANO»

      7.440 donazioni   (7.449)      – 9   donazioni

  • calo          di     290     sacche di plasma raccolte
  • aumento di   n.  281     sacche di sangue intero   

 

L’anno 2016 ha registrato una inversione di tendenza al Centro Avis “Vittorio Formentano”, da sempre più alla raccolta del plasma che del sangue. Il “cambio di passo” è stato motivato dalla richiesta della Struttura di Coordinamento Regionale (SCR) di invitare i donatori alla donazione di sangue anziché di plasma per contrastare una generale carenza di sangue che ha caratterizzato tutto l’anno passato.

Da parte loro, i Donatori si sono dimostrati particolarmente sensibili alle emergenze del terremoto venendo a donare sangue nel momento della necessità.

Si tratta questo di un segnale molto positivo, che ha dimostrato la capacità del Centro “Formentano”, delle Avis e dei Donatori di adattarsi e di rispondere efficacemente alle necessità contingenti, donando quel che serviva al momento opportuno.

 

  • ARTICOLAZIONI ORGANIZZATIVE FISSE E MOBILI (Busnago, Lentate sul Seveso, Meda, Besana Brianza)

5.241 donazioni (4.973) + 268 donazioni

 

Con la fine dell’ano 2016 ci lasciamo definitivamente alle spalle i problemi e i rallentamenti dovuti agli adeguamenti dei requisiti strutturali che hanno rivoluzionato i nostri Centri Raccolta. Sono occorsi due anni per poter operare nuovamente in positivo. E’ stato un lungo percorso condiviso con i nostri Donatori, che hanno compreso i cambiamenti in atto e vi si sono adattati con grande spirito di dedizione.

 

L’insegnamento dell’emergenza e della carenza di sangue:  è importante donare in modo periodico e programmato

 

Il 2016 è stato un anno funestato da alcuni tragici eventi straordinari: l’incidente ferroviario di Andria, il terremoto ad Amatrice e nel Centro Italia, e a gennaio di quest’anno il maltempo (eccezionali nevicate Centro Italia, picco influenzale). Ciò ha procurato numerosi appelli per la mancanza di sangue, fatto piuttosto raro nel nostro paese. La situazione è stata subito sotto controllo grazie al buon funzionamento dei piani di emergenza del Sistema nazionale. Questi “stress test” hanno dimostrato come il “Sistema sangue” sia una delle realtà più efficienti della sanità italiana, capace di essere puntuale o addirittura in anticipo sui fatti.

Tutto ciò è stato possibile solamente grazie alla regolarità della raccolta e alla periodicità della donazione perché è la quotidianità che sconfigge le emergenze. E’ importante quindi donare con regolarità, rispettando la pianificazione messa a punto dalle strutture sanitarie, per essere in grado di rispondere alle necessità ordinarie e straordinarie.

Il dono del sangue è un gesto di grande generosità, ma è efficace solo se compiuto in modo periodico e programmato.

Attività 2016

Il “Progetto Scuola” di Avis provinciale Monza e Brianza ha concluso nel 2016 il suo primo anno di attività. Il bilancio è stato più che lusinghiero: i nostri volontari hanno incontrato scuole di 11 Comuni, 40 classi, per un migliaio di studenti. Il Progetto è in corso di svolgimento anche in questo anno scolastico.

Gli interventi a scuola sono molto diffusi anche tra le Avis del territorio. Nel 2016 ben 27 Avis comunali sono intervenute nelle scuole elementari, 17 invece hanno incontrato le superiori.

Nel mese di novembre al Palazzo della Regione si sono svolti gli Stati Generali del Sistema Trasfusionale Lombardo. In quell’occasione, l’Assessore alla Sanità Giulio Gallera ha consegnato degli attestati di riconoscimento ai Presidenti delle Avis Provinciali lombarde tra le quali anche la nostra. Questo era dedicato a tutti i Donatori e Donatrici della Provinciale Monza e Brianza per la loro encomiabile attività che pone la nostra «piccola» Provincia al quarto posto tra tutte le Avis Provinciali della Regione Lombardia.